mm-digital

mmlocationsdigital brand, in continua evoluzione è costantemente monitorato dalla MM per essere in linea con le richieste del mercato. Animazione 2D/3D, animatic, VFX, CGI, TV Ads, video virali, web promo, short movies, web series, video musicali, arte digitale, documentari, e-commerce, siti web, realtà virtuale, visite virtuali e rotazioni 360° per soddisfare ciò che richiede la comunità digitale per essere all’avanguardia nella comunicazione.

digital mm productions

Animazione 2D o Motion Graphics è l’Arte Visiva utilizzata per comunicare grazie ai principi base dell’animazione.
Può essere utilizzata per realizzare:
video istituzionali, di prodotto, spot pubblicitari, video formativi, video clip musicali, etc.

Con Animazione 3D intendiamo quell’Arte che permette di creare video con tecniche tridimensionali, grazie a strumenti e programmi in grado di ricreare la realtà. Le tecniche di animazione 2D/3D possono essere semplici oppure molto articolate.
Per qualsiasi tipo di video siamo in grado di sviluppare animazioni bidimensionali o tridimensionali, in base alle esigenze del Cliente.

cavallino-284x300

Si tratta di un procedimento che permette la modifica degli aspetti visivi di un filmato attraverso l’aggiunta di effetti speciali e la sovrapposizione di più sorgenti video.

Il tutto viene eseguito utilizzando i cosidetti layer, canali video aggiuntivi pensati come fogli lucidi trasparenti sovrapposti al filmato originale, sui quali si possono disporre ulteriori clip, originando effetti complessi ma semplici da gestire.

.

Conigli-ver-ADV-copy-300x222

Gli effetti visivi comunemente abbreviati con Visual F/X or VFX, sono vari processi con cui un’immagine è creata e/o modificata, fuori dal contesto di una ripresa live action. Gli effetti visivi, riguardano l’integrazione di riprese live action e immagini generate, per creare ambienti che sembrano realistici, ma potrebbe essere troppo pericoloso, costoso o semplicemente impossibile da fare dal vero. Gli effetti visivi con immagini generate mediante la Computer-generated imagery (CGI), sono diventati sempre più comuni nei film con grandi budget e recentemente, sono diventati accessibili anche a cineasti amatoriali, grazie all’introduzione di software di animazione e compositing a prezzi ragionevoli.

Gli effetti visivi si possono dividere in 4 categorie principali:

  • Modelli: miniature, animatronics, animazioni a passo uno.
  • Matte paintinge immagini fisse: dipinti digitalmente o tradizionalmente o fotografie da usare come sfondi durante il compositing o come elementi per il rotoscope.
  • Effetti live action: per il compositingdi attori o modelli attraverso l’uso del green screen o blue screen.
  • Animazioni digitali: modellazione, computer graphics lighting, texturing, rigging, animazioni e rendering di personaggi 3D, effetti particellari, set digitali, sfondi.

I VFX sono studiati e modificati in post-produzione, con l’utilizzo di software per il disegno grafico, per la modellazione e l’animazione, mentre gli effetti speciali sono realizzati sul set, come le esplosioni, inseguimenti in auto e così via. Il supervisore agli effetti visivi di solito è coinvolto nella produzione sin dalle prime fasi della lavorazione, lavorando a stretto contatto con la produzione e il regista del film per ottenere gli effetti desiderati.

I software più usati sono After Effect, Nuke, 3D Studio Max, Maya e plugin vari.

MM productions  è specializzata nell’uso del Chroma key con fondali green screen oramai maggiormente usati con le nuove telecamere digitali (Pantone 354) che il blue screen. Il chroma key permette di unire due sorgenti video, sfruttando un particolare colore (appunto il “colore chiave”) per segnalare al mixer video quale sorgente usare in un dato momento. Il Chroma Key si usa per ambientare soggetti e oggetti su sfondi “virtuali”, aggiunti separatamente e successivamente con due metodi principali:

  1. materiale girato in precedenza e integrato con quanto ripreso sullo sfondo verde (green-screen) o blu (blue-screen);
  2. (il più diffuso attualmente) materiale completamente elaborato in digitale, con l’ausilio della computer grafica, e integrato con i movimenti dal vero degli attori. Anni di esperienza nel settore hanno permesso alla MM Productions di acquisire un know how unico in questo campo nell’uso di questa tecnica ormai essenziale per il lavoro digitale di post-produzione. Fondali di carta, tessuto o vernice verde o blu non bastano per ottenere un risultato ottimale, bisogna avere la tonalità giusta (chiave cromatica) e la luce giusta per la buona riuscita del Vostro progetto.

MM Productions utilizza la chiave cromatica per isolare persone, animali, oggetti o parte di essi per un utilizzo successivo in post-produzione anche per il settore fotografico.

green screen mmproductions

Il rendering è un termine dell’ambito della computer grafica che identifica il processo di “resa” ovvero di generazione di un’immagine a partire da una descrizione matematica di una scena tridimensionale interpretata da algoritmi che definiscono il colore di ogni punto dell’immagine. La descrizione è data in un linguaggio o in una struttura dati e deve contenere la geometria, il punto di vista, le informazioni sulle caratteristiche ottiche delle superfici visibili e sull’illuminazione.

rendering (1)

Ecco che l’immagine sopra, paradossale può sembrare vera. Il rendering è un elemento essenziale per far visualizzare ai Vostri Clienti come verrà un determinato oggetto o spazio con definizione quasi reale. I redering sono molto usati nell’arredamento. Importantissimo prima di fare un arrendamento o nell’edilizia per darci già un idea reale di come forme e spazi possono integrarsi.

Per realizzare un rendering servono programmi di grafica 3D per il modello (come ad esempio Autocad, Cinema 4D, 3D Studio Max e Maya) e poi serve il programma di modellazione (uno tra i famosi Sketchup).

Digital ultima modifica: 2016-03-17T18:30:48+00:00 da MM Productions